Trattamento tricologico capelli per pazienti oncologici, da Hair Designer Vittorio Mariano di Rapallo

in: Rapallo News .

Pin It
dilpoma vittorio mariano trattricoonco (240 x 181)

Siamo giunti ad una decisione importante apriremo il salone Hair Designer Vittorio Mariano di Rapallo anche il lunedì per soddisfare esclusivamente le richieste del servizio dedicato alla tricologia e al trattamento capelli per i pazienti oncologici. Vittorio Mariano dice “Spero con tutta l’anima e il cuore che il numero delle persone che hanno la necessità del trattamento tricologico post oncologico, siano il meno possibile, ma anche per questo per quel singolo, niente paura. Garantisco che esiste anche la versione divertente, cambiamo look, corto, lungo, asimmetrico, colorato. E poi vi accompagnerò per mano fino alla ricrescita dei nuovi capelli.

 

Vi racconto come funziona qui da: un’area dedicata e discreta sarà il nostro luogo di relax, un ambiente molto tecnologico ma anche appartato, tanto da potersi rilassare su una poltrona massaggio, musica soft a 432hz e profumi di olii essenziali, base importante dei trattamenti tricologici, ossigeno terapia (senza alcuna agenzia finanziaria tra i piedi). Potrai scegliere i tuoi percorsi spa e decidere quando smettere o continuare sempre all’interno della nostra cabina, ti sarà offerta la tisana mirata al tipo di inestetismo e pei più golosi le caramelle balsamiche. L’area contiene un lavatesta e anche una postazione, sarà una vera coccola, vedrete.

Abbiamo dato un nome per ciascun percorso spa, dal più semplice e veloce fino ad arrivare anche a godersi l’area spa di Rosalba Mariano. Benessere del corpo e dei capelli.

 

Purtroppo, i capelli in alcuni casi cadranno durante la terapia, ma niente paura Vittorio Mariano vi accompagnerà in queste fase di liberazione e per questo servizio non desidero alcun compenso, ci mancherebbe altro, che sia una o due o più sedute. Più o meno i capelli cascheranno al quindicesimo-sedicesimo giorno.

Dal momento che sarete al corrente che la terapia vi farà cadere i capelli, se lo desiderate, ordiniamo una testina (parrucca) o una bandana ad hoc. Sappiate che, per chi possiede il beneficio del modello Isee, esiste un contributo da scalare fino a 250,00€.

Tralasciando i trattamenti post chemioterapia, l’argomento riguardante il supporto parrucca è complesso, non fatevi abbindolare dalla rete internet e i suoi store da strapazzo e da ciò che vi propongono. Potreste andare in contro a seri problemi di irritazione, sia per l’acquisto di una parrucca e sia per la bandana.

Per questo motivo siamo stati preparati dai produttori di parrucche e da docenti oncologici, psicologici, dermatologici del IST San Martino e dal Gigi Ghirotti di Genova. In ogni caso siamo affiancati da medici del settore, specialisti come la Dott.ssa Gloriana Ronda (Tricologa), Sara Cavicchioli (Psicologa), e dal Dott. Carlo Brusatti (medico chirurgo Dematologo), anche consultare il Dott. Bruno Giusti (plurilaureato e specializzato in questo settore).

 

Nei nostri vi indicherò quale trattamento è idoneo a te, vi assisterò in tutto ciò che riguarda la trico-cosmetologia e l’osservazione dermatoloscopia, i capelli cresceranno come prima e vedrete, passa in fretta e sarà un ricordo di Vittoria.

E’ interessante sapere che, è possibile prevenire la caduta dei capelli durante la chemioterapia?

La comparsa di alopecia modifica l’immagine corporea e per questo può avere varie implicazioni sul piano psico sociale. Anche se sono disponibili diverse tecniche di prevenzione della perdita di capelli durante il trattamento chemioterapico, non vi sono prove evidenti di efficacia.
Attualmente non esistono farmaci in grado di prevenire con certezza la caduta dei capelli, anche se sono in fase di sperimentazione preclinica alcune soluzioni farmacologiche. Importanti risultati sono stati ottenuti grazie alla ricerca genica con studi effettuati su animali da laboratorio.
Tra i metodi fisici uno dei più semplici prevede l’utilizzo di una termo cuffia (comunemente detta casco di ghiaccio), che, provocando una vasocostrizione, riduce il flusso di sangue ai follicoli durante il picco di concentrazione del farmaco chemioterapico, e di conseguenza ne limita l’assorbimento a livello cellulare.
L’efficacia di questo metodo dipende dal tempo in cui s’indossa la cuffia: se questo è superiore a 90 minuti le percentuali di successo possono raggiungere il 76%. Il fattore limitante alla diffusione di questo metodo sono gli effetti collaterali (cefalea, sensazione di freddo, mancanza di confort o disagio) che spesso provocano l’interruzione del trattamento preventivo. In particolare, ottimi risultati si ottengono con l’innovativa cuffia ipotermica (scalp cooler), che tramite un casco collegato ad un’apposita apparecchiatura abbassa la temperatura del cuoio capelluto in modo costante a 4° centigradi.

 

Il vantaggio è legato proprio al fatto che la temperatura è costante e ben distribuita sul cuoio capelluto, risultato difficile da ottenere con metodi più grossolani come il casco di ghiaccio. Inoltre, la cuffia ipotermica è molto ben tollerata dai pazienti, con rari casi di interruzione del trattamento. Da tenere presente che il successo del trattamento varia da paziente a paziente e a seconda del regime chemioterapico.

La cuffia termica è attualmente disponibile soltanto presso i reparti di oncologia degli ospedali di Avellino, Carpi, Ferrara e Piacenza, presso la Clinica di Oncologia Medica dell’Università Politecnica delle Marche di Ancona e l’Istituto Scientifico Romagnolo per lo Studio e la Cura dei Tumori di Meldola-Forlì. A breve sarà in funzione anche presso altre strutture.
Presso alcuni ospedali è disponibile una macchina mobile che immette aria fredda sul cuoio capelluto attraverso quello che assomiglia in tutto e per tutto al casco asciugacapelli; altri utilizzano un gel di facile applicazione, che rimane freddo per un lungo periodo.

Tutti i metodi fisici descritti risultano ancora sperimentali.
Attenzione
Pur garantendo l’esattezza e il rigore scientifico delle informazioni, AIMaC declina ogni responsabilità con riferimento alle indicazioni fornite sui trattamenti, per le quali si raccomanda di consultare il medico curante, l’unico che possa adottare decisioni in merito.
La riproduzione e la trasmissione in qualsiasi forma o con qualsiasi mezzo, elettronico o meccanico, comprese fotocopie, registrazioni o altro tipo di sistema di memorizzazione o consultazione dei dati, sono assolutamente vietate senza consenso esplicito di AIMaC e senza citare la fonte.

AIMaC – E’ una ONLUS con personalità giuridica ed è iscritta nel Registro delle Organizzazioni di Volontariato della Regione Lazio – Via Barberini, 11 – 00187 Roma – Tel. +39 064825107
n. verde 840 503579 – E-mail: info@aimac.it – AIMaC Aderiamo allo standard HONcode per l’affidabilità dell’informazione medica.

 

Per tutte le informazioni del Trattamento tricologico capelli per pazienti oncologici, da Hair Designer Vittorio Mariano di Rapallo:

Hair Designer Vottorio Mariano – Via Trento 15 – Rapallo (Ge) Italia – tel. +39 0185 273000

http://www.vittoriomariano.it/

Articoli interessanti
  Commenta l'articolo

Registrati per commentare e per entrare nella community di Rapallotoday. Potrai inserire immagini, video, partecipare alle discussioni nei vari gruppi o crearli e inviare messaggi privati agli altri utenti registrati. Se sei già registrato, effettua il login per usare il tuo nickname.

Inviami un Email quando qualcuno risponde al mio commento

 

Links utili
Video più visti
Fotogallery più viste